altro Cura delle unghie

Oggi parliamo di… UNGHIE!

Ciao ragazze! 😉

Documentandomi su internet ho scoperto delle cose molto interessanti, proprio riguardo quello cui ci occupiamo di più: le unghie.
E oggi, visto il mio poco impegno pomeridiano, ho deciso di condividerle con voi, facendoci appunto un articolo.

Iniziamo col dire che il costituente principale delle unghie è la cheratina, suddivisa in più strati.
L’unguis è la parte esterna e più dura, mentre la parte sottostante è meno dura.

Per quanto riguarda la sua struttura, l’unghia è costituita da:

La lamina ungueale è composta da diversi tipi di cheratina ed è a sua volta è formata da tre parti: una radice (evidente nella lunula, area bianca con margine convesso), un corpo (di colore rosa) e un’estremità libera (è la parte non legata al letto ungueale).

Il vallo ungueale è la piega che ospita i margini del corpo e della radice dell’unghia.

Il letto ungueale è costituito dallo strato basale dell’epidermide dell’unghia detto iponichio e dal derma sottostante. Nella punta del dito si forma un solco distale dove la lamina si stacca dall’iponichio.

La matrice ungueale è la principale produttrice della lamina e responsabile della formazione dell’estremità libera. La mancanza di più dei due terzi della matrice impedisce il riformarsi della nuova unghia.

Riguardo la crescita delle unghie possiamo invece dire che questa è maggiore in età infantile, nelle mani e nel periodo estivo. Inoltre traumi e malattie possono influire sulla funzionalità della matrice fino a fermarne temporaneamente l’attività.

Anche le malattie che posso colpire le nostre unghie sono svariate, come la semplice (ma non per questo meno fastidiosa) muffa, o la micosi (causata da un fungo), per arrivare a cose più serie.

Ora però passiamo a ciò che davvero ci interessa: i campanelli di allarme che le nostre unghie possono inviarci!
Innanzi tutto per essere regolare l’unghia deve avere una proporzionalità con le nostre dita e deve avere una superficie liscia, un colore roseo e non deve presentare rigonfiamenti.
Inoltre ogni unghia ci informa sullo stato di un organo o un apparato specifico: il pollice indica  lo stato  psichico dell’individuo; l’indice dà informazioni sul torace e sul fegato, il medio ci informa sull’apparato digestivo, quello scheletrico e quello uditivo; l’anulare è indicativo dell’apparato cardiocircolatorio renale e per gli occhi; l’unghia del mignolo è indice dello stato del nostro sistema nervoso e degli organi genitali.

Anche il colore delle nostre unghie ci è utile:

– le unghie rosa carico: sono indice di ipertensione e di persone irascibili e appassionate.
– le unghie rosso-violacee: indicano un disturbo alle funzioni digerenti e circolatorie.
– le unghie rosso cupo: segnalano un cattivo funzionamento del cuore e delle arterie.
– le unghie bianco avorio: sono indice di anemia, menopausa e malattie più gravi.

 

Allora, cosa ne pensate? Piaciuta questa piccola rubrica? Se vedrò che avrà abbastanza successo ne farò sicuramente altre!
Ci vediamo presto, prestissimo, con la recensione di questa settimana, siete curiose?

Un abbraccio, Ila 🙂

Riguardo l'autore

Ilaria

Mi piacere definirmi una grande appassionata di bellezza, una esteta. Amo tutto ciò che fa parte del beauty, del make-up, delle unghie, ma anche della cura del corpo e della pelle.

Lascia un commento